Dentista Milano – Via San Pietro all’Orto, 3

Faccette dentali : Cosa sono, indicazioni, controindicazioni, cura e consigli.

Faccette dentali in ceramica vs. Faccette dentali in composito, qual è la differenza?

Le faccette in composito e le faccette in ceramica sono entrambe molto estetiche

Entrambe le terapie comportano il rivestimento totale o parziale dei denti che, possono migliorare la bellezza del tuo sorriso. La terapia con le faccette viene utilizzata nei casi in cui è necessario fare di più per migliorare l’estetica naturale. Le faccette dentali possono essere utilizzate in caso di disallineamento, forma, colore e spaziatura più gravi.

Faccette dentali in composito

I materiali compositi odierni possono fornire un aspetto bello, realistico, di conservare la struttura dei denti e possono durare a lungo.

Con questa tecnica la resina viene applicata a strati sul dente e scolpita direttamente nella bocca per ottenere l’estetica desiderato. Le faccette composite sono utilizzate in situazioni in cui si verificano scheggiature o scolorimento dei denti naturali. Sono anche usati dove ci sono piccoli disallineamenti per dare un aspetto più allineato ai denti.

Il più grande vantaggio è che si tratta di un processo additivo, reversibile che può essere rimosso e sostituito secondo necessità. Se compiuto correttamente risulta un trattamento con un’ottima estetica.

Lo svantaggio è dovuto al fatto che necessita di ulteriori sedute di rifinitura periodiche, rischio di frattura più alto rispetto a quelle in ceramica. In più abbiamo un rischio di scolorimento nel tempo dovuto alla porosità del materiale, rischio di perdita della lucentezza iniziale e soggezione a graffi superficiali.

Faccette dentali in ceramica

FACCETTE DENTALI IN CERAMICA

La terapia con delle faccette dentali in ceramica comporta in alcuni casi la rimozione di uno strato sottile di smalto( 0.3-1 mm). Il secondo step è rappresentato dall’incollaggio di un sottile rivestimento in porcellana scolpito. La tecnica viene utilizzata quando la necessità di cambiare il colore è più alta, malformazioni o disallineamenti dei denti o le esigenze estetiche del paziente sono estremamente alte e le faccette in composito non potrebbero soddisfare a pieno le aspettative.

Oggi ci sono però anche tecniche conservative che possono evitare la limatura dello smalto.

Le faccette in ceramica presentano un'estrema resistenza alle macchie e alle scheggiature rispetto ai rivestimenti in composito.

In generale entrambe le procedure possono fornire bellissimi risultati estetici naturali.

Le faccette dentali in composito

Rappresentano un trattamento valido nei casi in cui si desidera fare delle modifiche al livello della forma, del colore e della dimensione dei denti. Sono sicure: il materiale resinoso (composito) che viene applicato ed incollato sui denti naturali è inerte e non causerà danni. Sono meno invasive rispetto alle faccette in ceramica perché i denti non devono essere preparati poiché la resina è modellata sulla superficie del dente dal dentista.

Le faccette dentali in composito sono migliori delle faccette in ceramica?

Esse sono certamente meno invasive. Di seguito non intaccano la salute orale, si presentano altrettanto belle e sono molto più economiche. Le indicazioni di trattamento con le faccette in composito possono essere a volte diverse rispetto alle faccette in ceramica. Per i denti gravemente danneggiati le faccette in ceramica potrebbero essere l’unica opzione di trattamento in quanto il composito potrebbe non riuscire a mascherare in maniera ottimale i difetti riportati sul dente.

Vale la pena di ricorrere alle faccette in composito?

Sicuramente risponderemmo di sì a questa domanda. Il trattamento con le faccette in composito in tanti casi è la prima scelta per coprire i denti. Soprattutto per un paziente giovane, con i denti tutti sani, si può eliminare completamente la necessità di limare in maniera irreversibile lo smalto. Infatti, a differenza delle faccette in ceramica, il paziente potrebbe decidere di cambiare sia la forma che il colore delle faccette già applicate.

Anche dal punto di vista economico c’è un vantaggio non indifferente rispetto alle faccette in ceramica. Questo è dovuto al fatto che la tecnica di fabbricazione e di applicazione è nettamente più semplice e rapida. Di solito, è sufficiente 1 seduta in studio per l’esecuzione del trattamento con le faccette in composito!

Faccette In Ceramica: Indicazioni

Il trattamento estetico dei denti anteriori ha sempre rappresentato una sfida. Abbiamo disponibili molte opzioni: compositi in resina, corone in ceramica integrale e rivestimenti in ceramica. E’ possibile dunque scegliere l’alternativa migliore per ripristinare la condizione orale e i risultati estetici.

Le faccette in ceramica di porcellana hanno il grande vantaggio di ricostruire un sorriso sano e naturale. Essi sono indicati per migliorare l’estetica, ripristinare la struttura e la funzione del dente e correggere alcuni problemi ortodontici. Negli ultimi anni, l’enorme innovazione ha portato il miglioramento della tecnologia dei materiali. Esso ha reso possibile una maggior prevedibilità e tasso di successo del trattamento con le faccette in ceramica.

Le faccette in ceramica hanno il vantaggio di offrire un risultato duraturo nel tempo e adeguato esteticamente rispetto alle corone.

Le faccette in ceramica sono indicate quando:

â—¦ Denti scuri che sottoposti ad un trattamento sbiancante non raggiungono il colore desiderato

◦ Denti malposizionati che necessitano un trattamento ortodontico per ottenere l’allineamento sperato

â—¦ Denti consumati / abrasi

◦ Denti macchiati ( macchie dovute dall’uso di farmaci in giovane età, tabacco, cibi o bevande colorate, età etc…)

â—¦ Pazienti con recessione gengivale importante

â—¦ Denti corti che necessitano di un allungamento della corona per ristabilire un sorriso estetico

â—¦ Diastemi multipli

â—¦ Denti scheggiati o spezzati

Le faccette in ceramica sono indicate quando è presente un’usura dentale anteriore, ma nel frattempo una sufficiente struttura dentale sana.

Il grande vantaggio è rappresentato dalla stabilità del colore della ceramica natural durante, dalla biocompatibilità, dalle proprietà meccaniche adeguate e dall’esito estetico. L’idea di restauri dentali minimamente invasivi è essenziale per restauri riusciti.

Le faccette in ceramica anteriore di spessore minimo possono essere un’alternativa conservativa ed estetica per ristabilire la forma e il colore dei denti anteriori.

Faccette In Ceramica: Controindicazioni

Le faccette in ceramica non sono sempre indicate per il restauro dei denti anteriori. Per garantire risultati ottimali ci sono alcune considerazioni da tener presenti.

Le controindicazioni di base sono le seguenti:

Poco smalto disponibile per l’applicazione della faccetta

La ritenzione ottimale della faccetta è garantita da un substrato di smalto sufficiente eventualmente con una minima esposizione della dentina. I materiali di cementazione utilizzati attualmente per le faccette assicurano un legame resina-smalto estremamente forte e duraturo nel tempo. Il legame resina-dentina non garantisce buoni risultati.

Se le faccette in porcellana sono legate principalmente alla dentina, anche con i migliori materiali e le migliori tecniche attualmente disponibili, vi è il rischio di fratture nel tempo. Il rischio aumenta significativamente durante la normale masticazione o quando i pazienti mostrano abitudini parafunzionali come il bruxismo. In questi casi, le corone in metallo-ceramica o in ceramica integrale, piuttosto che le faccette, sono più prevedibili.

Sono desiderati cambiamenti sostanziali del colore del dente

Al fine di preservare un substrato di smalto, lo spessore del rivestimento di solito deve essere inferiore a 1 mm. Quando i denti sono di colore molto scuro (ad esempio, una marcata colorazione tetraciclina), una faccetta in ceramica sottile non riesce a mascherare la colorazione. In questi casi si può tentare prima un trattamento sbiancante che possa cambiare nettamente il colore naturale del dente.

Denti inferiori troppo piccoli

Il ripristino dei denti anteriori mandibolari con faccette in ceramica è molto più difficile dal punto di vista tecnico rispetto ai denti mascellari. Ciò è dovuto alle dimensioni ridotte e allo smalto naturale molto più sottile dei denti inferiori. Anche in questo caso può essere consigliabile ricorrere all’applicazione delle corone in ceramica o alle faccette in composito.

Denti estremamente ruotati

I pazienti con denti anteriori fortemente ruotati spesso pensano che le faccette in ceramica possano risolvere il loro problema. In realtà, la preparazione di questi denti necessita una rimozione estesa di smalto risultando una superficie estesa di dentina che non assicura una ritenzione adeguata di una faccetta in ceramica. Anche in questo caso è preferibile una corona.

Otturazioni estese sulla superficie del dente anteriore

Esse , come nei casi anteriori, non assicurano la superficie necessaria di smalto per una corretta applicazione della faccetta.

Bruxismo

Abitudini come il bruxismo pongono forti sollecitazioni sui denti restaurati. Le faccette che allungano i denti anteriori sono ad alto rischio di frattura in questi casi, a meno che ai denti posteriori non siano state rifatte le dimensioni in altezza. Quando le faccette sono posizionate in questi casi, la protezione notturna – byte – è spesso indicata per prevenire le fratture.

Come Prendersi Cura Delle Faccette In Ceramica

La durata delle faccette in ceramica dipende molto da quanta cura si impiega nella loro manutenzione.

La ceramica è anche immune alla carie.

Tuttavia, la parte scoperta del dente rimane suscettibile all’attacco cariogeno, quindi è possibile che si formino delle carie anche dopo l’applicazione delle faccette: se si consumano carboidrati frequentemente tra un pasto ed un altro, non si lavano i denti e non si usa il filo interdentale esiste la possibilità che la carie venga a formarsi.

Se si esegue una buona igiene giornaliera, i denti rimarranno sani a lungo termine con la conseguenza che le faccette in ceramica possano durare in media 10 anni.

Evitare l'infiamazzione gengivale

Dopo aver posizionato le faccette in ceramica, spesso notiamo che la salute delle gengive migliora. In alcuni casi questo è dovuto al fatto che i denti ora hanno un contorno più adeguato che tende a mantenere sane le gengive, in altri casi il paziente ha una maggiore motivazione a prendersi cura di esse per mantenere l’estetica ottenuta dall’applicazione delle faccette in ceramica.

Se si nota che le gengive diventano gonfie ed iniziano a sanguinare attorno alle faccette di ceramica, o se si nota un’area che inizia a intrappolare il filo interdentale, è un’indicazione che qualcosa non va. Per favore, chiedi al tuo dentista di verificare una di queste situazioni.

Evitare le macchie al livello del bordo gengivale

La resina usata per incollare la ceramica ai denti può essere soggetta a macchie. La colorazione e il deterioramento sono accelerati dalle bevande alcoliche, che ammorbidiscono la superficie della resina. Bisogna evitare anche dentifrici altamente abrasivi, essi non graffiano le faccette ma, possono causare l’abrasione della resina di incollaggio.

Evitare forze, tensioni e traumi

Le faccette in ceramica non sono progettate per resistere a impatti violenti e possono fratturarsi, proprio come i denti naturali. Si raccomanda di non mordere oggetti o cibi troppo duri,non colpirli e se si praticano sport di contatto, indossare un proteggi bocca.

Per massimizzare la vita delle faccette, raccomandiamo tecniche di manutenzione e sedute di pulizia dei denti professionale speciali. Raccomandiamo visite di manutenzione fino a quattro volte all’anno con questi restauri.Suggerimenti per mantenere pulite le faccette in ceramica

Le faccette in ceramica aiutano a ricreare l’aspetto dei denti naturali, fornendo allo stesso tempo forza e protezione alla superficie del dente sottostante. Con una cura adeguata, le faccette in ceramica possono durare una vita.

Tuttavia, la normale usura può provocare danni graduali alla ceramica. E’ quindi importante mantenere puliti e igienici i rivestimenti in porcellana.

Ecco alcuni suggerimenti su come pulire e curare correttamente le faccette in ceramica.

– Spazzola, usa il filo interdentale e risciacqua come faresti con i tuoi denti naturali. Mentre la faccetta stessa non cede alla decomposizione, il dente sotto può scolorirsi, influenzando l’aspetto e la tonalità del rivestimento. Anche con le faccette, sei ancora a rischio di sviluppare malattie gengivali. Utilizzare uno spazzolino manuale o elettrico per pulire a fondo i denti, usare delicatamente il filo interdentale e terminare con un risciacquo per collutorio assicura un mantenimento adeguato.

– Passare a un dentifricio sbiancante. Quando si applicano le faccette, il dentista abbinerà il colore della faccetta al colore dei denti naturali. Spazzolare con un dentifricio sbiancante può essere utile per evitare che i denti sottostanti si macchino o scoloriscano.

– Passare il filo interdentale con cautela per evitare la rottura e il distacco. Il dentista in genere fornisce istruzioni su come spazzolare e usare il filo interdentale per evitare di esercitare troppa pressione sulle faccette. L’uso di troppa forza durante la spazzolatura o il filo interdentale può causare la scheggiatura o il distacco del rivestimento in porcellana. Vi aspettiamo nel nostro studio dentistico a Milano centro per mostrarvi la migliore tecnica per spazzolare e usare il filo interdentale.

– Limitare l’esposizione agli alimenti e alle bevande che macchiano i denti. Caffè, tè, vino e altri prodotti che macchiano i denti dovrebbero essere ridotti al minimo. Se consumi questi tipi di cibi o bevande, assicurati di spazzolare subito dopo per evitare di macchiare. Se non riesci a spazzolare, sciacqua la bocca con acqua o collutorio.

– Evitare sigarette e prodotti del tabacco. Non solo le sigarette e i prodotti del tabacco sono dannosi per la tua salute generale, ma possono anche ridurre la durata della vita e la bellezza delle tue faccette in porcellana. Questi prodotti contengono nicotina, che può macchiare rapidamente le faccette.

Oltre a seguire questi consigli per la cura della casa, dovresti anche visitare il tuo dentista almeno ogni sei mesi per un controllo e la pulizia. Durante questa visita, il dentista esaminerĂ  le condizioni del rivestimento in porcellana e apporterĂ  le modifiche necessarie.

Le faccette in ceramica per eliminare le macchie sui denti causate dagli antibiotici!

Ci sono piĂą opzioni di trattamento per sbiancare i denti colorati dai farmaci, in particolare dalla tetraciclina: trattamenti sbiancanti (sbiancamento Luce LED, Luce Laser, sbiancamento notturno con il gel e le mascherine personalizzate, abbinamento tecniche di sbiancamento sopraelencate), copertura dei denti attraverso le faccette in composito (procedura semplice e molto veloce), faccette in ceramica o corone in ceramica.

In passato si usavano prevalentemente le tecniche tradizionali di copertura totale dei denti (corone) affetti da una colorazione scura che però risultavano particolarmente aggressive per quanto riguardava la rimozione dello smalto.

I trattamenti sbiancanti professionali sono sicuri e conservativi nell’ottenere un colore accettabile dei denti. In base al colore iniziale dei denti da trattare possono essere un’opzione valida e con risultati ottimi.

I casi piĂą difficili invece, oltre allo sbiancamento professionale hanno bisogno di un ulteriore trattamento dentale per raggiungere i risultati sperati.

Le faccette in composito – o faccette dirette adesive – risultano essere un ottimo metodo di trattamento, sia dal punto di vista dei risultati estetici che dal punto di vista economico. Esse non necessitano di alcuna rimozione dello smalto, tuttavia per le colorazioni profonde e severe non rappresentano un trattamento adeguato in quanto non riescono a mascherare in maniera soddisfacente il colore scuro.

Una tecnica conservativa e con risultati ottimi è rappresentata dalle faccette in ceramica, in quanto la preparazione dei denti è di solito minimamente invasiva, la ceramica riesce a coprire in maniera adeguata la colorazione scura sottostante e la maggior parte degli studi clinici dimostra una rata di successo a lungo termine intorno al 90% a 10 anni di distanza dall’applicazione delle faccette in ceramica.

Le Procedure Di Odontoiatria Cosmetica – Faccette Dentali, Sbiancamento Laser – Sono Sicure Per I Denti?

Numerosi studi clinici rilevano che negli ultimi anni un numero importante delle persone adulte sono scontente del proprio sorriso.

Le ultime tecniche di odontoiatria estetica tra cui le faccette dentali e le tecniche moderne di sbiancamento denti sono in grado di apportare notevoli miglioramenti estetici.

Le faccette dentali sono una scelta diffusa per migliorare un sorriso e hanno molti vantaggi.

Le faccette in porcellana possono migliorare il colore, la forma e le dimensioni dei denti. Possono chiudere anche gli spazi tra i denti e aiutare a raddrizzare i denti.

I faccette dentali sono molto sicure. I denti su cui si applicano devono essere liberi dalla carie, senza malattie gengivali o complicanze derivanti dai canali radicolari.

In generale per la tecnica delle faccette in ceramica, meno di un millimetro di smalto deve essere rimosso per ottenere lo spazio giusto per l’applicazione di esse.

Il processo di rimozione di una minima quantità di smalto è essenziale in quanto crea spazio per la faccetta in ceramica per adattarsi naturalmente e ripristinare in modo più accurato la funzione dei denti naturali ed avere la possibilità di creare un aspetto ancora migliore rispetto al dente originale.

Le faccette in ceramica NO PREP richiedono meno o niente rimozione dello smalto rispetto alla tecnica sopra citata.

Clicca per visitare i nostri casi clinici: https://www.studiociobanu.com/faccette-estetiche-ceramica-integrale/

Nel nostro studio dentistico in centro a Milano troverete un’atmosfera rilassata abbinata alle più recenti tecnologie dentali.

Powered by StoryChief

Ă—

Dr. Ciobanu

In genere risponde entro un'ora

Tornerò presto

Ciao a tutti đź‘‹
Sono il tuo medico Adina. Come posso aiutarti?
Contatta la Dr. Ciobanu:
chat